Campionati Italiani Assoluti 2019 – Altre medaglie brillanti dalla pista di Bressanone

Due medaglie d’oro sui 200m e nella 4×100, tre medaglie di bronzo sui 400m, salto in lungo e 10Km di marcia, un quarto posto nel martello, un sesto sugli 800m, un settimo nell’asta ed altri buoni risultati hanno reso rimarchevole il bottino dell’Athletic club 96 Alperia ai campionati italiani assoluti 2019 disputati nel week end a Bressanone. Clamoroso il secondo posto nella classifica di Coppa Italia con 82,5 punti, dietro al gruppo militare delle Fiamme gialle e davanti agli altri due gruppi militari di Aeronautica, Fiamme Oro ed a tutte le altre società civili. È questa la fotografia dell’attuale “magic moment” della nostra squadra: Campioni d’Italia, forti come un gruppo militare, sicuramente – con la formazione messa in campo a Firenze nella finale oro ed ora a Bressanone-  uno dei top club di atletica leggera in Europa. Grazie ragazzi!

Analizzando le singole gare, sabato Brayan Lopez, medaglia di bronzo ai recenti campionati europei U23 ed atleta tra i più attesi, conquista un bel terzo posto sui 400 metri in 46”64 dietro a Galvan e Scotti e conferma con l’ennesimo risultato sotto i 47” il deciso salto di qualità effettuato quest’anno. Antonino Trio,  Il vincitore della finale oro nel salto in lungo, conferma pure lui la continuità su misure di eccellenza e vince la medaglia di bronzo con 7m72. Rocambolesca la vittoria nella staffetta 4×100 con Jacques Riparelli, Antonio Infantino, Alessandro Monte e Kevin Giacomelli che, in seguito alla squalifica di Riccardi Milano e Virtus Emilsider Bologna, conquistano l’oro con 40”92 eguagliando il record regionale già detenuto della nostra società. Abdessalam Machmach è sesto sugli 800m in 1’49”65, dopo un’autorevole batteria vinta in 1’48”98 che aveva lasciato sperare ad un piazzamento sul podio. Sui 100 metri Alessandro Monte nella gara individuale non è andato oltre la batteria corsa in 10”93. Si rifarà poi ampiamente con il titolo italiano conquistato nella staffetta 4×100, come pure Jacques Riparelli che supera il primo turno in 10”76 approdando in semifinale dove corre in 10”83. I nostri due saltatori con l’asta Manfred Menz (7°) e Nicolò Fusaro (9°)  si difendono bene in una gara tormentata dalla pioggia e più volte sospesa. Entrambi saltano 4m70 in qualificazione fermandosi poi a 4m60 in finale.

Nella giornata di domenica in mattinata, Leonardo Dei Tos conquista una bella medaglia di bronzo nella 10km di marcia nel centro di Bressanone in 42’00”, su un percorso cittadino reso insidioso dalla pioggia. Nel pomeriggio alla Raiffeisen Arena, non tradisce le aspettative l’azzurro Antonio Infantino nell’attesissima gara dei 200m: vince la batteria in 20”93 (vento – 0,7) e poi vola verso l’oro in finale con 20”84 (-0,4) davanti ai forti Manenti, Re e Tanzilli. Nel lancio del martello Michele Ongarato conquista un prezioso quarto posto con 62m72. La 4×400 dell’Athletic club 96 viene infine disputata dal quartetto junior composto da Destiny Nkeonye, Thomas Iellici, Nicola Paletti e Martin Irsara, che con 3’34”20 portano punti per la classifica dei CDS U23.