È subito Antonino Trio!

Raffica di esordi e di ottimi risultati per i nostri atleti nelle gare indoor del week-end. La copertina è sicuramente per Antonino Trio, il campione italiano indoor del salto in lungo che all’esordio con la maglia dell’Athletic club 96 Alperia, ad Ancona davanti ad una tribuna gremitissima per la presenza della superstar Filippo Tortu, ha vinto la gara di lungo con un formidabile balzo di 7m82, battendo il campione europeo Izmir Smajlay (7m77). Per le statistiche, Antonino ha stabilito con questo salto il nuovo record sociale (precedente del capitano Pierluigi Putzu e di Alberto Masera, entrambi con 7m42) e pure il record regionale assoluto (precedente 7m72 di Markus Hillebrand Hildebrand nel lontano 1981). Sempre ad Ancona buon esordio per Isalbet Juarez che vince la seconda serie dei 400 in 49”58 e si classifica complessivamente al secondo posto dietro a Lorenzo Benati. A Modena gran giornata per Kevin Giacomelli, il giovane talento allenato a Bolzano da Pierluigi Putzu, che sui 60 piani migliora due volte il personale con 6”94 in batteria e 6”88 in finale, minimo per i campionati italiani assoluti. Nel capoluogo emiliano esordiscono brillantemente in maglia Athletic club gli allievi Cedric Fofana (7”44 sui 60m), Armando Corazza (7”75), l’allieva Roberta Giovannelli (8”31sui 60), Tiziano Gentilini con il personale di 6m08 nel lungo, Tobias Iellici (5m84 nel Lungo). Bella gara di Destiny Nkeonye che vince il salto in lungo junior in 6m95 e stabilisce il nuovo primato personale. Nel salto in alto l’allieva Anna Di Giovanni si migliora con 1m55, mentre Giulia Telchini si ferma a 1m45. Il quattrocentista Ebrima Bojang lima tre decimi al proprio stagionale sui 60 con 7”24, mentre lo junior Thomas Iellici corre i 60 hs in 8”93. Ed uscendo dai palazzetti indoor, si segnala la bella prova di Ivo Scarpellini al prestigioso cross internazionale della Vallagarina nella categoria SM55 (14° in 20’23”1).