Athletic Club 96 Alperia sul podio in Finale Oro!

Con un’indimenticabile seconda giornata l’Athletic club 96 Alperia conquista il terzo posto ai campionati assoluti di società. Quello che poteva apparire impossibile dopo tutti i problemi della vigilia e della prima giornata si è concretizzato grazie all’orgoglio e lo spessore di un grande squadra. Le vittorie sono state siglate da un’impeccabile Leonardo Dei Tos sui 10km di marcia che con 40’37”51 ha realizzato uno dei migliori risultati della sua carriera, da Abdessalam Machmach sugli 800 con una gara esaltante vinta in 1’51”41 (il grande Mach ha corso benissimo anche i 1500 conclusi in quarta posizione) e dal diciottenne (!) Alberto Masera con 2m15 nel salto in alto. Un’autentica apoteosi per il bolzanino che si è imposto in una gara di grande spessore tecnico realizzando la miglior prestazione stagionale di categoria ed eguagliando il record provinciale assoluto. Ma molte altre sono state le prestazioni che hanno reso possibile questo grande risultato e che occorre ricordare; Il settore lanci si è confermato un’inesauribile cassaforte di punti e di risultati di prestigio grazie al secondo posto di  Daniel Compagno nel disco (54m28), il terzo di Michele Ongarato nel martello (63m67), ed i quarti dei senatori Marco Dodoni nel peso (16m41) e Hubert Goeller nel giavellotto (60m07). Mitico il capitano Pierluigi Putzu che nel triplo (13m17) ha portato punti preziosi e bravissimo Moustapha Tounkara Crespi quinto sui 400hs (52”89) e sorprendente sui 110hs che ha corso per la prima volta dopo molti anni in un pregevole 15”36. Bel rientro a misure importanti anche per Emanuele Catania quinto con 7m33 nel lungo. Personale anche per il ventenne prodotto del vivaio bolzanino Kevin Giacomelli sui 200 corsi in 21”81. Molto bravo anche lo specialista delle corse su strada Khalid Jbari che con 14’42”88 ha portato molti punti sui 5000 e sbriciolato il suo precedente personale. La 4×400 infine con Brayan Lopez, Isalbet Juarez, Gabriele Prandi e Abdessalam Machmach, dapprima ingiustamente squalificata e poi riammessa in seguito a ricorso, ha corso in 3’13”57 che costituisce il terzo miglior tempo di sempre nella storia societaria della mitica e appassionante staffetta del miglio.

Orgogliosi di questo splendido podio!